in-slide-5.jpg

Il Minirugby

minitot 2

"Lo chiamiamo Mini. Non perché sia piccolo. O perché sia meno importante. Anzi! Lo chiamiamo così: Mini. Per differenziarlo apposta.
Perché a giocarlo, sono quelli che quasi non arrivano al bancone della club house, quando è pronta la pasta. Quelli che, quando giocano, l’importante è correre da qui, verso l’altra parte. Stringendo forte a se, stretta stretta, quella palla ovale. Come a dire: è mia! E guai a chi me la tocca.
Quando le regole, ancora, non occorrono tutte. Bastano quel paio, giusto quelle, per cominciare. Lo chiamiamo Mini. Ma dovremmo chiamarlo Maxi. Sarebbe giusto. Perché è da lì che tutto ha inizio... Dove germoglia l’educazione al rispetto di regole che serviranno a giocare meglio, anche nella vita.
Dovremmo considerarlo così. Come il punto di partenza da cui s’incammina, chi comporrà  la società di domani..."

da MiniMaxiRugby di Antonio Falda

Il MiniRugby (o ‘rugby propaganda’) è una versione semplificata del rugby, adatta ad introdurre i bambini dai 5 ai 12 anni (senza alcuna restrizione oltre all’idoneità medica) ai fondamenti del rugby: la palla, la meta, il campo, i compagni.
Gli educatori accompagnano i piccoli atleti in un percorso formativo articolato e completo. Sin da piccoli i nostri minirugbisti sono introdotti al gioco di squadra, che facilita la capacità di socializzare e l’integrazione nel gruppo, consente di esprimersi spontaneamente nel rispetto degli altri (avversari, compagni, arbitri, educatori), facilita l’apprendimento degli schemi motori di base e delle capacità coordinative.
La disciplina e i valori del rugby sono prioritari: rispetto per sé e gli altri, generosità e fiducia verso i compagni.
Un mix di divertimento e formazione lontano da esasperazioni competitive.
Per aumentare la qualità della preparazione "motoria" offerta ai ragazzi da quest'anno il Rugby Falconara ha deciso che per ciascuna categoria di MiniRugby il team di allenatori sia composto da un educatore laureato in Scienze Motorie ed un allenatore "tecnico".